Libri e Giornali – Specie in via di Estinzione?

Condividi su:

Il profumo delle pagine dei libri... dolce ricordo legato ai banchi di scuola e a quel libro in particolare con dedica che dice: ” Con tanto affetto dalla tua Maestra“. Proprio la mia Insegnate delle Elementari, che in occasione della Prima Comunione, ha regalato ad ognuno di noi scolari un vero e proprio Libro con tantissime pagine, una ambiziosa sfida a quell’età.

A me è toccato in sorte “I Pirati della Malesia” di Emilio Salgari. Un libri che ha segnato l’inizio di una vita di avventure, viaggi e scoperte.

Il primo mattoncino di un interminabile castello di libri che idealmente ho costruito negli anni e che difendo ancora coraggiosamente, con una scimitarra fra i denti e un moschetto spianato.

Libri e Giornali - Specie in via di Estinzione?

Nell’era Pre-Internet, le uniche fonti di conoscenza e approfondimento erano proprio i Libri (ve le ricordate le Enciclopedie che troneggiavano sulle librerie di casa?), i Giornali, il Telegiornale della sera e il passaparola fra amici.

Prendersi del tempo per leggere, sfogliando qualche pagina ingiallita, era l’unico modo per tenersi aggiornati e crescere culturalmente. 

GUARDATEVI BENE IN GIRO

  • le librerie stanno fatalmente abbassando le insegne – spesso a favore di un centro massaggi orientale (leggete questo articolo che ho scritto su “Come si Prospetta il Futuro delle Librerie“).
  • le biblioteche le stanno studiando tutte per tenere viva la fiammella della cultura; i loro locali vengono sovente destinati a cine proiezioni, incontri con gli autori, laboratori per bambini. Non possono certo sopravvivere con i pochi attempati topi di biblioteca rimasti.
  • i libri vengono infine sacrificati sull’altare del consumismo: fra un pacco di Grisbì al Cioccolato e una stecca di Toblerone negli Autogrill italici, fra una Mozzarella senza Lattosio e un pacco di biscotti senza Olio di Palma nelle offerte dei supermercati, o infine usati per riempire uno scaffale vuoto negli uffici postali e intrattenere gli utenti delle interminabili file allo sportello.

Libri e Giornali - Specie in via di Estinzione?

PERSONAGGI E PROTAGONISTI DEI LIBRI: DISOCCUPATI

E nel frattempo …

sul Mississippi Huckleberry Finn con la sua zattera traina a riva il Nautilus con il Capitano Nemo sconsolato a dare indicazioni.

Robinson Crusoe passa il tempo a giocare a scopone in una baia nascosta (forse nell’Isola dei Famosi), con il pirata Long John Silver, Sandokan e Ismaele sopravissuto a Moby Dick.

Don Chisciotte guarda inebetito una gigantesca pala eolica.

Dante e Virgilio se ne vanno a braccetto al centro commerciale a vedere le peggio espressioni della società moderna.

Tutti disoccupati, tutti dimenticati e soppiantati da nuovi idoli, nuovi eroi, spesso senza gloria, resi immortali dal dorato mondo televisivo.

PERCHE’ SPRECARE IL TEMPO PER LEGGERE?

Siamo in effetti, letteralmente bombardati da continue alternative “sensoriali”:

  • Tablet, Telefonini, Ipod, Telegiornali che ad ogni ora ci raccontano cosa sia successo e cosa stia succedendo ADESSO nel mondo.
  • Intrattenimenti scaccia-noia a profusione, che ci tappano ogni minimo momento libero: Serie TV, Videogames, Film, Cartoni Animati… un pozzo senza fondo.
  • Senza dimenticare Internet, il Web su cui possiamo toglierci ogni minimo dubbio, facendocelo raccontare da una foto, da un video, senza necessariamente perdere tempo” per leggere un testo scritto.

Cavolo, neanche abbiamo il tempo per prendere in mano un Libro o un Giornale.

Provateci… appena avvicinate il vostro nasone alle pagine stampate verrete inesorabilmente tirati per un orecchio da un Whatsapp, da una (ormai rara) telefonata, dal bisogno impellente di aggrapparvi al vostro Smartphone e controllare i vostri social, oppure dall’irrefrenabile attrattiva di un Selfie…

… e in mancanza di questo, proprio come quando si giocava a nascondino da piccoli, ecco sopraggiungere quella improvvisa subdola voglia di correre in bagno…

LIBRI E GIORNALI – SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE?

Poveri libri, poveri giornali, con che armi possono combattere questo esercito di “infedeli” che allontana, come tante odalische ammiccanti, i fedeli dal pellegrinaggio verso il loro tempio?

Proprio come i Panda, i Gorilla nella Nebbia, i Dinosauri – i negozi di dischi – anche la carta stampata si estinguerà? Un giorno gli archeologi del futuro scopriranno, scavando, le rovine di qualche biblioteca o libreria chiedendosi – naturalmente a gesti essendo le forme verbali scomparse – cosa siano quei reperti cartacei, quei simboli che salteranno fuori?

Negli adulti questa degenerazione, probabilmente irreversibile, può, purtroppo, portare solamente ad un impoverimento del tessuto sociale e culturale. Avete presente quei test in cui si chiede quanti libri o quotidiani leggete ogni anno? Forse d’ora in poi sarà inutile inserire la casella “più di dieci“.

E questo nonostante tutti ci dicano come la lettura sia un ottimo allenamento per la Mente, per i nostri neuroni e per le nostre cellule nervose; prevenendo di fatto le degenerazioni e malattie dovute all’età, conservando la memoria e rendendo la mente più lucida e brillante.

CON I NOSTRI BAMBINI POSSIAMO INVERTIRE LA ROTTA

In questi giorni ho iniziato a leggere “L’Isola del Tesoro” ai miei bambini. Spero che ricavino anche loro la stessa voglia di avventura ed esplorazione che hanno avuto su di me i libri della mia infanzia. 

Noi genitori dobbiamo impegnarci per far si che i bambini, il futuro del nostro mondo, imparino a leggere ed amare i Libri.

Non tanto per valorizzare propriamente l’oggetto Libro, ma perché la Lettura può lasciare dentro di loro tante “Impronte” ben precise che, in maniera sia conscia che inconscia, resteranno bene impresse nel loro cervello.

Educando loro a preferire un Libro e lasciare spenta la Televisione, ci riabitueremo anche noi a questo gesto dimenticato.

Un investimento per il loro (e nostro) futuro, per una crescita costruttiva, sana e intelligente.

di Nunzia Bruno e Luca Spadotto.

Unisciti a noi!

P.S. Se avete piacere di avere pubblicati i vostri lavoretti realizzati con le impronte, vi invito ad inviarmi le Vostre segnalazioni al seguente indirizzo mail: nunzia.bruno@handinasteppy.it o per mezzo dei miei SOCIAL… sarei lieta di condividere con voi il mio mondo in trasformazione.

Tanti suggerimenti per Lavoretti Creativi sulla mia pagina Impronte in Trasformazione

Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Lascia un tuo Commento...

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.