Halloween per Trasformare le Paure

Condividi su:

Da qualche anno, soprattutto grazie all’esportazione mediatica dei film di Hollywood, in questi ultimi giorni del mese di Ottobre, fra i nostri bambini si diffondo una grande attesa e una forte aspettativa per riti, usanze e tradizioni legate alla festa di Halloween.

Zucche da intagliare, vestiti da streghe e maghetti, fantasmini e pipistrelli di carta, ritagliati e colorati, fanno da preludio all’ormai classica passeggiata serale fra le vie e le case del paese, per intonare il classico “DOLCETTO O SCHERZETTO”.

dolcetto_scherzetto

Scene inusuali fino a qualche anno fa, con cortei di bambini, travestiti da streghe e mostriciattoli, che suonano alle porte trovando perfino adulti pronti e già attrezzati con caramelle e dolciumi assortiti. Anche nei nostri paesi, in special modo del nord Italia, la festa di Halloween sta prendendo piede…

Non mancano naturalmente i commenti più disparati di chi ne prende fermamente le distanze: “Non festeggiamo la festa di Halloween… “, “Siamo cristiani”, “E’ una festa pagana…” e così via.

In un calendario ormai fitto di rappresentazioni e simbolismi estranei alle nostre radici Cattoliche, dal Panciuto Babbo Natale che ogni dicembre scende nei nostri camini aprendo la via alla Befana che segue di pochi giorni, alle mascheralate carnevalesce, a uova pittate e pulcini vocianti che spopolano nel periodo pasquale, ai guizzanti e divertenti pesci d’aprile, tralasciando le feste di mamme, papà, nonni e parentele attigue, questa nuova concessione ad una festa con radici antiche, pagane ed esoteriche fa storcere il naso a qualcuno.

Viene “tirato in ballo”, a tal proposito, un passo biblico che mette in guardia dal praticare l’arte della divinazione prevedendo il futuro, dall’esercitare la magia, dal fare incantesimi, o dal consultare spiriti e indovini fino all’interrogare ed evocare i defunti ( Deuteronomio 18:10, 11).

Qualche eccezione è comunque ammessa, da Gesù Cristo, morto e poi risorto a Pasqua, evocato e consultato “alla bisogna”, così come la vergine Maria e San Giuseppe.

bibbia6

Riporto in sintesi delle informazioni trovate sul web che riguardano l’origine di Halloween:

“Samhain” è l’antico capodanno celtico. La notte in cui tutte le divinità pagane venivano ricordate ed evocate a titolo di ringraziamento ed auspicio per l’anno nuovo; si riteneva che le porte dell’aldilà rimanessero aperte, consentendo agli spiriti degli antenati di vagare liberi sul mondo terreno e di interagire e divertirsi insieme ai vivi.

Questa è la ricorrenza che fra gli emigrati oltreoceano delle isole britanniche, è diventata la festa di Halloween, variante scozzese del nome completo All Hallows’ Eve, cioè la notte prima di Ognissanti. Festa che proprio negli Stati Uniti ha raggiunto la sua esaltazione consumistica e  il cui “format” è stato poi esportato in molti altri paesi del Mondo.

La Chiesa Cattolica, prima dell’anno 1.000, ha adottato questa antica tradizione pagana, trasformandola nella celebrata giornata di Ognissanti per celebrare e ricordare tutti i santi del cristianesimo.

E’ vero che sia un rito pagano che arriva dal nord europa (come Babbo Natale). Ma bisogna aggiungere che nel passato che abbiamo dimenticato (prima delle grandi emigrazioni sia verso le Americhe, sia dalle campagne verso le città) era diffusa in tutta Italia e aveva un significato molto bello.
Al tempo dei nostri nonni era invece “La notte delle lumere”, la festa dei morti che si credeva venissero a visitassero i vivi; si accoglievano lasciando del cibo e dei fuochi accesi.Col passaggio dalla stagione calda a quella fredda si commemoravano coloro che avevano effettuato il passaggio “definitivo”…e che potevano essere travestiti da poveri viandanti i quali avrebbero “vigilato”sulla condotta dei vivi e se questi continuassero ad essere caritatevoli. Poi saranno i bambini a rappresentarli (legittimi successori a cui veniva passato anche il nome). Insomma si ricordava i morti facendo carità (uno dei caposaldi della fede cristiana…)ai vivi. Niente di diabolico dunque, cari cristiani! In questo LINK tutte le specifiche!

Indipendentemente da chi la festeggi, e come, resta comunque il fatto che sia considerata la notte più sacra dell’anno. Mi piace pensare che in questo periodo convergano energie molto alte dal punto di vista vibrazionale, essendo le varie dimensioni separate da una “linea” ancora più sottile che permette quasi un contatto reale fra il mondo di noi umani e quello popolato dagli spiriti.

2q03rwx

Nel nostro immaginario, questo mondo ultraterreno degli spiriti, è popolato da orrende e terrificanti figure di derivazione letteraria e cinematografica: Vampiri che nottetempo vengono a succhiarci il sangue trasformandoci in esseri delle tenebre, Zombie che escono dalle tombe e vagano per le strade cercando di afferrarci, Fantasmi che con il loro carico di catene vengono a spaventarci e a ricordarci la precarietà della nostra condizione terrena. Simbolicamente rappresentano le nostre angosce e paure.

Si dice che la maniera migliore per superare ed affrontare proprio queste nostre paure, sia partire dal profondo di noi stessi per poter risalire e trovare la luce. Deriva forse da qui la tradizione di esorcizzare questi mostri, prendendoli anche in giro con travestimenti e tanta ironia. Nella notte di Halloween diventiamo anche noi protagonisti con maschere mostruose che, come sostenevano i celti , ci danno modo di confonderci con gli spiriti malvagi e vagare indisturbati fra di loro…

Che ben vengano, inoltre, lavoretti e preparativi che si fanno in tutto il mese di ottobre, per “addomesticare” il dramma dei mostri che, in particolare nei bambini, è al primo posto nella classifica delle paure. Non a caso nel mondo delle fiabe mostri, come orchi e draghi, oltre a streghe e maghi cattivi, ostacolano il cammino dell’eroe, contrapponendo l’immagine del bene a quella del male.

Farseli amici e conviverci, a volte, vuol dire anche guardare in faccia la nostra parte “buia” per riconoscerla e trasformarla!

AUGURO A TUTTI UNA BUONA NOTTE DI HALLOWEEN!

halloween_00013

Impronte Incondizionate di Nunzia Bruno
Insegnante certificata Thetahealing ®
Autrice di libri per bambini delle Magiche Impronte
Insegnante Yoga Bambini
Operatore Self Energy Control
Tel. +39 342 3662449
E-mail: nunzia.bruno@handinasteppy.it

Seguitemi sulla pagina apposita di FB. https://www.facebook.com/ImpronteIncondizionate/ 

di Nunzia Bruno e Luca Spadotto.

Unisciti a noi!

P.S. Se avete piacere di avere pubblicati i vostri lavoretti realizzati con le impronte, vi invito ad inviarmi le Vostre segnalazioni al seguente indirizzo mail: nunzia.bruno@handinasteppy.it o per mezzo dei miei SOCIAL… sarei lieta di condividere con voi il mio mondo in trasformazione.

Tanti suggerimenti per Lavoretti Creativi sulla mia pagina Impronte in Trasformazione

Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Lascia un tuo Commento...

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.